Compressore aria coassiale: ideale per utilizzi

compressore aria coassialeSei alla ricerca di un compressore economico?
Il tuo utilizzo non sarà continuativo?
Allora la soluzione in grado di abbinare le due esigenze è quella di acquistare il compressore aria coassiale.
Come funziona un compressore coassiale?
Qual è la differenza tra un modello del genere e un compressore con trasmissione a cinghia?
Meglio lubrificato o autolubrificato?
A tutte queste domande daremo una risposta in questo articolo e a fondo pagina potrai pure scoprire i migliori modelli coassiali.

 

 

Compressore coassiale o a cinghia?

Dal punto di vista tecnico (semplificando di molto la spiegazione) la trasmissione coassiale è più diretta rispetto a quella dei compressori a cinghia. In quest’ultima  è la cinghia a collegare gruppo pompante e motore e questo collegamento rende più performante nelle prestazioni questa tipologia di compressori (meno calore e meno giri del motore che garantiscono un utilizzo per più ore consecutive).
E allora perché mai scegliere un compressore aria coassiale se è meno performante?
Perché non tutti abbiamo bisogno delle stesse medesime esigenze. I compressori a cinghia sono infatti ideali per chi ha bisogno di un compressore per dei lavori continuativi. Se tu hai bisogno del compressore per usi meno frequenti, allora la soluzione migliore è optare per i compressori coassiali.
Perché?
Perché ti danno ciò di cui hai davvero bisogno spendendo meno [a tal proposito qui puoi vedere i prezzi]. E se il tuo uso è sporadico non sarebbe tanto giustificato l’acquisto di un prodotto costoso e dalle prestazioni ben superiori rispetto a ciò che ti serve.

 

Compressore ad aria coassiale: lubrificato o autolubrificato?

Innanzitutto scopriamo qual è la differenza tra le due tipologie: i modelli autolubrificati non rilasciano delle particelle d’olio a terra mentre i modelli lubrificati, col tempo, sì.
Questo ci porta già ad evidenziare come si potrà lavorare in maniera più “pulita” (quindi senza sporcare a terra e senza contaminazione dell’aria) con i modelli autolubrificati.
Attenzione però: vero che i compressori lubrificati rilasciano particelle d’olio a terra (e quindi sporcano) ma è anche vero che sono i modelli più performanti.
Quale scegliere tra i due?
Per un utilizzo hobbistico la scelta migliore potrebbe essere quella dei compressori autolubrificati, (poi dipende anche dal grado di difficoltà e dal tempo necessario per svolgere i lavori hobbistici).  I modelli senza olio sono anche ideali per gli ambiti medici, visto che non contaminano l’aria.
Per un uso professionale (differente da quello “medicale”) dove comunque c’è bisogno di maggiori prestazioni consigliamo i compressori lubrificati.

 

Compressore coassiale: prezzi e migliori modelli

Come hai potuto leggere sopra è possibile scegliere tra due diversi compressori coassiali ma naturalmente ci sono anche altre caratteristiche da valutare come la capienza, la portata e la pressione. E se non sai bene quale compressore comprare, potresti dare un’occhiata al nostro articolo “Come scegliere un compressore ad aria” o fidarti delle nostre selezioni sui “Migliori compressori”.
Tuttavia in questo articolo abbiamo voluto spiegarti il perchè e soprattutto in quali casi conviene scegliere il compressore aria coassiale. E se,in base alle tue esigenze, hai deciso che questo è la tipologia che fa per te, ti invitiamo a visionare questi prezzi o in alternativa i migliori tre modelli coassiali scelti da noi in basso.

Basandoci sul miglior rapporto qualità prezzo, abbiamo selezionato per te i 3 migliori compressori ad aria coassiali. Scopri se le offerte sono ancora attive.

 

Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2018 0:22