Compressore aria senza olio: non macchia e non inquina

compressore aria senza olioDevi eseguire dei lavori e hai bisogno del compressore?
In commercio ne esistono di diverse tipologie e bisogna saper scegliere quello più attinente alle proprie esigenze.
Devi solo eseguire dei piccoli lavoretti sulla bici? Solo gonfiare le ruote dell’auto o altri semplici lavoretti?
Allora la scelta migliore è basarsi su un compressore ad aria coassiale visto che sono i modelli più economici in commercio (rispetto ai compressori a cinghia).
Tuttavia gli stessi compressori coassiali si dividono in lubrificati e autolubrificati (anche detti oilless o a secco ). La differenza principale tra le due tipologie riguarda la non necessità dell’olio nei modelli autolubrificati.
Il compressore aria senza olio quali vantaggi offre? Perché preferirlo ad un modello a olio? Quali sono le differenze? 
Di tutto questo parleremo nel prossimo paragrafo.

 

Compressore a secco o lubrificato?

Devi eseguire dei lavoretti in casa e non vuoi correre il rischio che il compressore possa macchiare il pavimento per via di alcune particelle d’olio che col tempo potrebbero cadere?
Non vuoi che l’aria venga contaminata dall’olio lubrificante? 
Allora ecco che hai già trovato la risposta al tuo primo dubbio. Con il compressore aria senza olio non c’è il rischio di macchiare nulla e nemmeno il rischio di inquinare l’aria, proprio perché l’olio non bisogna metterlo. Si è più tranquilli anche durante il trasporto in auto, ad esempio, visto che non c’è pericolo che il compressore possa, una volta capovolto, perdere dell’olio e farti trovare una sgradita sorpresa. E questo ci porta ad un altro vantaggio: non ha bisogno di manutenzione, al contrario invece dei compressori aria ad olio.
Un altro vantaggio che farà felice sicuramente i “portafogli” di tutti riguarda il prezzo. Infatti i compressori a secco, a parità di caratteristiche,  vantano un prezzo d’acquisto inferiore rispetto ai modelli lubrificati [come dimostrano questi prezzi] anche se un discorso diverso va fatto per i compressori utilizzati in ambito medicale, che possono avere un costo maggiore.

 

Compressore oilless: caratteristiche da attenzionare!

Abbiamo già visto i vantaggi che è in grado di offrire il compressore aria senza olio, adesso però vogliamo parlarti di alcune caratteristiche da attenzionare prima della scelta. Se la capacità del serbatoio fa già intuire che più sarà grande e più aumenterà la durata di utilizzo del macchinario, lo stesso invece non si può dire di pressione e portata (o perlomeno i non esperti potrebbero non conoscere tali parametri di valutazione).
La pressione sta ad indicare l’aria incamerata dal serbatoio e il valore di questo parametro determina anche la portata. Infatti più sarà elevata la pressione maggiore sarà l’aria erogata dal macchinario (la portata). Quindi nella scelta finale bisogna prendere seriamente in considerazione questi tre fattori, ricordando anche come più è alto il valore della portata e più in fretta l’aria all’interno del serbatoio si esaurirà.

Infine, per aiutati nella scelta finale abbiamo selezionato i migliori tre compressori a secco. Scopri se le offerte sono ancora attive, ti basta solo cliccare sul link “Scopri l’offerta”.

 

Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2018 16:31