Compressore analogico: basta più fermate forzate dal benzinaio

compressore analogicoVuoi evitare di dover cercare un’area di servizio per poter controllare lo stato di pressione delle gomme?
Quante volte poi, pur trovando l’area di servizio, non troviamo invece la pompa dell’aria?
Questo significa dover nuovamente girare per trovare un altro benzinaio che sia dotato di tale accessorio. Insomma, alla lunga può essere solo una perdita di tempo. Per non parlare poi delle situazioni in cui gonfiare le ruote è più imminente per evitare pericoli. Ecco perché allora è necessario acquistare un compressore per auto. E nello specifico vedremo le qualità del compressore analogico e le differenze rispetto ai modelli digitali.

 

Compressore analogico o compressore digitale?

Iniziamo subito dicendo come, dal punto di vista strettamente funzionale, non c’è alcuna differenza tra il compressore analogico e il compressore digitale. Entrambi permettono di gonfiare le ruote dell’auto e di visionare il livello di pressione dei pneumatici. Ed è solo in questo preciso momento che sopraggiunge la prima ed unica differenza,
Con un compressore analogico il livello di pressione è visibile grazie al solito quadrante con all’interno la solita lancetta che ci indicherà il livello raggiunto durante il gonfiaggio. Nei modelli digitali invece il quadrante viene sostituito da uno schermo lcd dove il livello di pressione viene indicato con dei numeri digitali.
Il risultato quindi è lo stesso cambia solo il modo in cui verrà visualizzato.
Qual è tra i due è maggiormente conveniente?
Non possiamo nascondere come il compressore digitale sia dotato di una maggiore immediatezza nel visionare il livello di pressione, grazie appunto ai numeri in formato digitale. Tuttavia se sei sempre stato abituato con la solita pistola a pompa tipica delle stazioni di servizio, probabilmente ancora oggi preferisci un modello analogico a quello digitale. E se hai intenzione di acquistarne uno, qui potrai valutare tante offerte allettanti.

 

Compressori analogici: non solo da auto, anche da casa?

Il compressore per auto dispone di un apposito attacco da 12 v in modo da collegarlo all’accendisigari dell’auto e utilizzarlo quindi ogni volta che si desidera. Può quindi essere usato anche per gonfiare magari il materassino quando ci si appresta ad andare a mare. Bisogna però prendere in considerazione anche una doppia utilità offerta da alcuni modelli, ovvero la doppia presa. Il PIAS014 è l’esempio perfetto di questo doppio vantaggio. Vanta infatti sia una presa da 12 v che una presa da 220 v, quest’ultima consente di collegare il macchinario anche ad una presa della corrente in casa.
Quindi se pensi che questo doppio collegamento faccia proprio al caso tuo, consigliamo proprio il modello PIAS014, molto apprezzato anche da chi lo ha già acquistato, come puoi vedere qui.

Infine, non perderti queste vantaggiose offerte che abbiamo trovato online, se sono ancora attive potrai godere di un ottimo risparmio. Per verificare l’attuale validità delle offerte dovrai cliccare semplicemente sul link in basso: “Scopri l’offerta”.

 

Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2018 20:58